BIOGRAFIA


Foresto Marianini nasce nella piccola frazione del Cistio nel comune di Vicchio di Mugello (FI). Inizialmente dipinge nello stile postmacchiaiolo, avviato nel Mugello dai pittori vicchiesi Giovanni Malesci, Ferruccio Rontini e più vicino a lui, anche se di una generazione più vecchia, Rutilio Muti. Successivamente si distaccherà da questa tradizione avviando una pittura sempre meno legata al vero con tecnica a spatola. Nel 1956 a Firenze si diploma in Cartellonistica e Scenografia e collabora sin da giovanissimo con artisti di Firenze come decoratore apprendendo presso la bottega di Mario Innocenti le tecniche di riproduzione di dipinti antichi.

Foresto Marianini ha avuto diversi studi in Firenze, prima in Via dei Serragli n° 22, poi nell'area di Firenze nei pressi di Santa Maria Novella, precisamente in Via dei Canacci, nel periodo in cui la città visse la tragedia dell'alluvione il 4 novembre del 1966, In Via delle Belle donne, in San Paolino al n° 8 e per ultimo in Via del Porcellana N° 39/r. Tra i suoi allievi la figlia  Elisa Marianini , pittrice e storica dell'arte.

Foresto Marianini con la sua produzione artistica ha unito l'eccellenza manuale dell'artista artigiano, il mestiere di bottega ad un'arte spesso definita onirica dalla critica, poiché le sue immagini rimandano ad una visione interiore deformando il reale, trasfigurandolo.



"Marianini si può definire un pittore nuovo pur avendo la conoscenza di tutta la perizia tecnica che un artista moderno può avere a sua disposizione. L'impostazione dei suoi quadri è precisa, ogni pennellata è il frutto di una scoperta che si ricollega al suo lavoro, analisi e conoscenza della materia pittorica, acquisita in anni di lavoro, come restauratore non c'è segreto in questo campo che egli non conosca. Alieno da ogni manifestazione esteriore Marianini è un solitario alla continua ricerca dei valori essenziali, sordo a qualsiasi accettazione suggerita dall'esterno. Entrare nel suo mondo significa scoprire la componente poetica della sua natura."

Graziella Battaglini