La vita e la poetica di un artista

"Marianini si può definire un pittore nuovo pur avendo la conoscenza di tutta la perizia tecnica che un artista moderno può avere a sua disposizione. L'impostazione dei suoi quadri è precisa, ogni pennellata è il frutto di una scoperta che si ricollega al suo lavoro, analisi e conoscenza della materia pittorica, acquisita in anni di lavoro, come restauratore non c'è segreto in questo campo che egli non conosca.  Entrare nel suo mondo significa scoprire la componente poetica della sua natura."

Graziella Battaglini

Foresto Marianini

(Vicchio 16 gennaio 1934 - Borgo San Lorenzo 6 febbraio 2005)

Pittore, decoratore, restauratore e scenografo 

Foresto Marianini ha tenuto mostra personali e collettive in Italia, prendendo parte al premio Mugello e altre manifestazioni ottenendo medaglie e segnalazioni.

Ha tenuto personali e collettive a Ravenna, Firenze, La Spezia, Lerici, Frosinone riportando un notevole successo di critica e di pubblico. 

Le sue opere figurano in collezioni private a New-York, New-Orleans, Parigi, Torino e Firenze.

I suoi dipinti sono stati inseriti nel Museo di Certaldo  e altre opere figurano all'Accademia di Belle Arti a Montecatini.

Hanno scritto di lui: Eco d'Arte, La Sonda, La Zattera, Pegaso, Il Centro Internazionale Arti Figurative, L'Archivio Storico dei Pittori Italiani, Comanducci volume nº 3 e numerosi quotidiani. Di lui hanno scritto vari critici d'arte come Michele De Rosa, Antonio De Donno, Graziella Battaglini, R. Tommasi, Vivaldo Pili, Giovanna Luigioni, Elios Ferraresso, Gianni Marcucci, Italo Carlo Sesti, Gianni Zingoni.